Via Alfredo Santucci, 6 - Avezzano
0863 1940160
info@accademiamusicale.eu

L’importanza della musica nella vita dei bambini.

L’importanza della musica nella vita dei bambini.

ascolta canta avezzano

La creatività è una capacità originale che si manifesta in uno più campi.

Senza dubbio è molto importante riconoscerla soprattutto nei bambini e capire le aree nelle quali possono maggiormente sviluppare il loro talento, o i loro talenti, e le loro particolari attitudini.

Partendo da questo concetto di base, l’Accademia Musicale di Avezzano, e Yamaha Music Point, sviluppa la propria attività di formazione musicale per i bambini, in particolare quelli in età pre scolare e scolare.

La creatività, secondo lo psicologo Gardner, è fornita a ciascun individuo sotto forma di una o più intelligenze specifiche.

Lo stesso psicologo ne individua sette: linguistica, logica-matematica, spaziale, corporeo-cinestetica, interpersonale, intrapersonale e musicale.

Ogni intelligentza, naturalmente, va stimolata nella maniera giusta.

Questo, quindi, non solo in riferimento ad un talento in ambito musicale, ma in tutti e sette i settori di cui sopra.

Il metodo di ascoltare, cantare, suonare, alla base della metodologia di insegnamento attuata in tutte le scuole Yamaha e, nello specifico, nell’accademia musicale di Avezzano, serve ad attivare entrambi gli emisferi del cervello: quello destro, sede di tutte le emozioni e delle capacità sensibili e che coglie il timbro della musica e la melodia. Quello sinistro, invece, che controlla i processi logici, analizza il ritmo e l’altezza dei suoni. Il risultato è una intensa ginnastica della mente i cui benefici vengono rispecchiati anche negli altri ambiti di apprendimento.

 

Come stimolare l’intelligenza musicale dei bambini?

Già a due/tre mesi prima della nascita il bambino inizia a percepire i primi suoni e reagisce a stimoli sonori.

Una volta nato, mostra di riconoscere i brani che la mamma cantava in gravidanza.

Al momento della nascita più un bambino viene stimolato dall’ambiente esterno, facendo il modo che aumentino i collegamenti tra i neuroni a vantaggio della sua intelligenza.

A due, tre anni di età si possono proporre attività come imparare delle semplici canzoncine o suonare semplici strumenti destrutturati fino ad arrivare a cantare le note, e riprodurre dei ritmi.

E’ importante non limitare l’esposizione dei bambini alla musica trasmessa solo alla radio e alla tv.

Altro valido aiuto è dato dai libri onomatopeici, in commercio ne potete trovare molti.

In inglese il verbo to play significa sia giocare che suonare.

E questo è il modo esatto in cui il bambino dovrebbe avvicinarsi alla musica. Giocando!

Qual è lo strumento più adatto?

Per scegliere lo strumento più adatto al bambino dai 6 anni in su è importante che i genitori valutino le attitudini del figlio, ma tengano anche presente che, con l’esperienza di oltre cinquantanni di formazione, alcuni degli strumenti più adatti sono sicuramente la tastiera (o il pianoforte), la chitarra e la batteria.

Tastiera, Pianoforte e Chitarra stimolano la coordinazione degli arti e sviluppano un forte orecchio musicale.

La batteria, sviluppa la psicomotricità dei bambini, la coordinazione degli arti e il senso del ritmo, utile anche nella crescita quotidiana.

E allora quale strumento scegliere? Venite a trovarci nella nostra sede ad Avezzano e dopo una lezione di prova gratuita, valuteremo insieme quale potrà essere lo strumento più adatto alla crescita dei vostri figli!

 

Lascia un commento

Call Now Button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi