Via Alfredo Santucci, 6 - Avezzano
0863 1940160
info@accademiamusicale.eu

Massimo Ranieri Canzoni | Le più belle da suonare e cantare

Massimo Ranieri Canzoni | Le più belle da suonare e cantare

massimo ranieri canzoni

Massimo Ranieri Canzoni | Le 5 più belle e facili da suonare

In questo articolo troverai gli accordi in PDF di cinque bellissime canzoni di Massimo Ranieri da poter suonare con la chitarra o il pianoforte.

 

Massimo Ranieri canzoni da suonare con la chitarra

Erba di casa mia

L’istrione

Perdere l’amore

Rose rosse

Se bruciasse la città

 

Massimo Ranieri canzoni da suonare con il pianoforte

Erba di casa mia

L’istrione

Perdere l’amore

Rose rosse

Se bruciasse la città

Massimo Ranieri Biografia

Massimo Ranieri è un cantante, attore e showman italiano. Nella sua lunghissima carriera ha venduto oltre 14 milioni di dischi e risulta tra i cantanti più apprezzati all’estero.

Discendente da una famiglia numerosa e poco abbiente Massimo Ranieri sin da piccolo cerca di guadagnarsi da vivere con i mestieri più svariati. Si esibisce per i turisti in visita alla sua città, Napoli e nei bar della splendida città.

A 15 anni ha il suo primo contratto discografico con la GDG grazie al pianista Polito che lo scopre e gli dà il nome d’arte Massimo Ranieri.
Nel 1967 vince il cantagiro e successivamente a soli 17 anni partecipa al Festival di Sanremo insieme alla band “i giganti”.

Il successo non tarda ad arrivare: è del 1968 la sua “Rose rosse” che però avrà successo solo nel 1969 e risulterà una delle canzoni più apprezzate di sempre.

Di quegli stessi anni è anche l’inizio della collaborazione con il compositore napoletano Totò Savio.

Nel 1969 partecipa al cantagiro e si classifica al terzo posto con la canzone “Se bruciasse la città”.massimo ranieri l istrione

L’anno successivo viene pubblicato il suo primo album con il suo stesso nome.

Comincia, in quegli anni, anche la sua carriera cinematografica sia con film per il cinema che con film per la televisione. L’artista ha solo diciotto anni.

Molto importante fu l’incontro con l’attrice Anna Magnani che lo sprona a cantare in napoletano.

Di quel perido sono : “O surdato ‘nnammurato” con canzoni del repertorio classico napoletano, ed Erba di casa mia.

Nel 1980 incontra il “Grande Maestro” Giorgio Strehler. Agli inizi degli anni ottanta sono stati importanti per la sua carriera come attore di teatro e del cinema gli incontri con il maestro Giorgio Strehler e con i i registi Sergio Sollima e Maurizio Scaparro.

Massimo Ranieri è inserito anche nella rosa degli attori scelti dal regista Steno per il film L’ombra nera del Vesuvio, sei puntate.

Torna, dopo 19 anni, al Festival di Sanremo e vince con la splendida canzone Perdere l’amore.

E’ scelto dalla Disney come doppiatore italiano di Quasimodo per i film d’animazione Il gobbo di Notre Dame e Il gobbo di Notre Dame II.

Nel 2005  con Accussì grande, Ranieri pubblica una una trilogia dei grandi classici napoletani che lo consacreranno definitivamente nella storia della canzone italiana.

Massimo-Ranieri-tiziano-ferro-duetto-sanremoIl 16 ottobre 2002, Massimo Ranieri è stato nominato Ambasciatore di buona volontà dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO).

In occasione dei suoi quaranta anni di carriera, nel 2006 pubblica Canto perché non so nuotare…da 40 anni, che raccoglie i suoi maggiori successi e anche molte canzoni d’amore.

Porta in giro lo spettacolo dall’omonimo nome e supera in giro per i suoi concerti il milione di spettatori con oltre 500 repliche.

Nel 2010 Massimo Ranieri ottiene da Raiuno la direzione di quattro commedie di Eduardo de Filippo, delle quali sarà anche interprete : Filumena Marturano,  Napoli milionaria! , Questi fantasmi!,  Sabato, domenica e lunedì.

Nel 2013 esegue, al Teatro Colosseo di Torino, la 700ª replica del suo spettacolo Canto perché non so nuotare…da 40 anni.

Nello stesso anno pubblica il live Sogno e son desto registrato durante l’ultimo tour con una scaletta ricca di omaggi a grandi cantautori.

Nel 2014 conduce su Rai 1,il programma Sogno e son desto che ha ottenuto un buon successo di critica e di pubblico, al punto tale da ricevere un Oscar Tv.

Il programma torna con una seconda edizione dal 13 settembre per tre puntate, sempre in prima serata su Rai 1, riconfermando il successo dell’edizione precedente, vincendo nuovamente un Oscar Tv.

In occasione della morte del celebre cantautore francese Charles Aznavour, comunica che un paio di anni prima il cantautore francese gli lasciò un inedito da cantare e l’avrebbe potuto incidere nel nuovo album d’inediti con la musica già scritta e il testo da scrivere e lo potrebbe scrivere insieme a Marcello Marrocchi e Giampiero Artegiani (già autori di Perdere L’amore e La Vestaglia).massimo ranieri canzoni sogno e son desto

Il 3 gennaio 2019 durante un’intervista pubblicata sul Mattino svela il titolo dell’inedito di Pino Daniele: Core Furiente che sarà incluso nel nuovo album d’inediti.

Il 5 febbraio 2020 Massimo Ranieri ha partecipato come ospite al Festival di Sanremo, ha duettato con Tiziano Ferro il brano Perdere l’amore e ha cantato il brano inedito  Mia ragione composto da Fabio Dell’acqua e prodotto dal grande cantante, compositore e produttore Italo-Canadese Gino Vannelli.

Il 30 gennaio 2020 esce il film Odio l’estate del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, a cui prende parte come ospite.

Nella colonna sonora del film vengono incluse anche delle sue canzoni.

Massimo Ranieri, insieme ad altri grandi artisti italiani ed internazionali, fa parte della mia rubrica “L’artista della settimana“.

Nello scorso articolo ho parlato di Emma Marrone.

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi