Metodo Gordon: tutto quello che bisogna sapere

Edwin E. Gordon

Edwin E. Gordon si è affermato come ricercatore, autore e professore presso la South Carolina University per i suoi studi sull’educazione musicale. Le sue riviste scientifiche ed il suo modo di intendere la didattica musicale sono diffusamente usati in tutto il mondo contribuendo così al miglioramento dello studio e dell’attitudine musicale da parte dei più piccoli. I bambini hanno così potuto sviluppare alcune azioni che riguardano l’improvvisazione musicale ed il senso ritmico. La sua pubblicazione più famosa è la Music Learning Theory (MLT). Nonostante i suoi numerosi impegni in qualità di docente universitario ha sempre trovato il tempo di insegnare musica ai più piccoli.

 

Che cos’è e in cosa consiste il metodo Gordon

Il metodo Gordon si basa sull’idea per la quale tutti hanno un’attitudine musicale, ovvero la capacità di apprendimento musicale, sin dalla nascita, che varia di persona in persona, (Gordon pensa infatti che essa sia distribuita in modo simile all’attitudine intellettiva). L’unico modo per poter mantenere e sviluppare questa attitudine è quello di esporre il soggetto a continue esperienze musicali, non limitandosi a farlo dalla nascita del bambino ma anche quando esso si trova ancora nella pancia: secondo Gordon la massima capacità di assorbire dei concetti di un bambino si sviluppa entro i primi anni di vita, in cui il massimo viene raggiunto proprio nel momento della nascita e intorno ai 9 anni andrà a stabilizzarsi.

Music Learning Theory

metodo gordonLa Music Learning Theory viene sviluppata dopo quasi 50 anni di studi e ricerche e serve per far si che i bambini possano comunicare ed esprimersi tramite la musica: si basa sull’idea che come i bambini imparano a parlare, allo stesso modo possono apprendere la musica.

L’obiettivo della MLT non si riduce esclusivamente al voler avvicinare i bambini alla musica, ma vuole far si che ogni bambino, a seconda della sua predisposizione, possa sviluppare il suo talento musicale e le sue personali modalità di esprimere la musica stessa. Non si punta, infatti, a crescere nuovi musicisti o geni della musica ma il fine è far si che le persone possano esprimersi musicalmente, con i mezzi che più prediligono.

L’Audiation

Una peculiarità essenziale per la comprensione e l’approccio musicale è l’Audiation.

Metodo gordon età

Questa capacità può essere sviluppata sin dall’età neonatale ma solo se il soggetto in questione cresce in ambienti musicalmente stimolanti: secondo le ricerche svolte da Gordon, infatti, la qualità dell’ambiente che circonda un bambino è incisiva per il suo sviluppo, musicale e non.

Come per il linguaggio la base fondamentale è il pensiero, per la musica lo è l’Audiation, che viene considerata quindi come una premessa irrinunciabile per ogni aspetto conscio di espressione musicale.

Troviamo otto diverse tipologie di Audiation, tante quante sono gli approcci alla musica:

1. Ascolto di musica familiare o sconosciuta;

2. Lettura di musica familiare o sconosciuta;

3. Scrivere musica familiare o sconosciuta sotto dettatura;

4. Memorizzare ed eseguire musica familiare;

5. Memorizzare e scrivere musica familiare;

6. Produrre o improvvisare musica sconosciuta durante l’esecuzione o in silenzio;

7. Produrre o improvvisare musica sconosciuta durante la lettura;

8. Produrre o improvvisare musica sconosciuta durante la scrittura.

Come si svolgono le lezioni del metodo Gordon

Metodo Gordon lezioniGli insegnanti guidano i bambini tramite esempi diretti, giochi e movimenti utilizzati per migliorare ed aiutare la comprensione e l’ascolto della musica.

Il metodo Gordon riprende l’idea del metodo Montessori per la quale i docenti, nel primo periodo, non faranno richieste ai bambini ma saranno loro stessi a cantare e a muoversi cercando di farsi imitare dagli studenti.

Le canzoni vengono vocalizzate con sillabe neutre (Bam, Pam) in modo da far concentrare il bambino più sulla melodia che sulle parole.

L’attività è totalmente di gruppo, non comprende regole ferree: i bambini sono liberi di muoversi e di esprimersi ed in questo modo assimilano i suoni e sviluppano il senso del ritmo.

AIGAM

AIGAML’Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale, o più semplicemente AIGAM, è l’unico ente, in Italia, autorizzato per l’insegnamento e la divulgazione della Music Learning Theory, riconosciuta nel 2000 dallo stesso Edwin Gordon.

Questa associazione promuove dei corsi a partire da bambini appena nati, corsi che hanno come finalità la crescita e lo sviluppo sotto l’aspetto musicale del bambino. Essi sono riconosciuti ed autorizzati dal Ministero dell’istruzione come lo sono anche i corsi di formazione per i docenti.

L’AIGAM inoltre cerca di diffondere il metodo tramite pubblicazioni e collaborazioni, queste ultime svolte anche con le maggiori istituzioni italiane come ad esempio l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e l’Accademia delle Arti e dei Mestieri dello Spettacolo del Teatro alla Scala di Milano.

Il fine principale dell’associazione è far si che tutti i docenti, anche quelli non specializzati in musica, possano apprendere delle competenze che li porti a far si che i loro alunni riescano a sviluppare attitudini musicali personali fino ad acquisire, successivamente, le così dette capacità di Audiation (vedi sopra).

I benefici del metodo Gordon

Metodo Gordon strumenti

Dopo aver visto come viene applicato il metodo Gordon e quali sono gli studi che si nascondono dietro di esso, la cosa più naturale è chiedersi quali siano gli effettivi benefici che il metodo Gordon porta nei bambini.

Ovviamente ce ne sono svariati, tra cui i più importanti: I bambini si avvicinano sin da piccoli alla musica, utilizzando come tramite un ambiente stimolante e vario e, grazie all’ascolto di vari generi musicali, creeranno nel corso del tempo una cultura musicale arricchendosi anche da un punto di vista culturale. Inoltre, l’avvicinamento agli strumenti musicali, riconoscimento e comprensione del linguaggio musicale, apprendimento del ritmo fonderanno delle basi solide per potersi dedicare alla musica da adulti.

 

Ti ho già parlato dei vari metodi di insegnamento musicale e del Metodo Montessori. Ti invito a fare un confronto approfondito e magari, se vuoi, a dire la tua sull’applicazione e i benefici reali dei vari metodi.

Lascia un commento