Via Alfredo Santucci, 6 - Avezzano
0863 1940160
info@accademiamusicale.eu

Vasco Rossi canzoni | Le più belle e facili da suonare

Vasco Rossi canzoni | Le più belle e facili da suonare

Vasco Rossi canzoni

Vasco Rossi canzoni: le 5 più belle e facili da suonare

In questo articolo, oltre a mostrarti quali sono le canzoni più famose e più semplici da suonare, ti parlerò del rocker italiano per eccellenza: Vasco Rossi!

Vasco Rossi canzoni da suonare con la chitarra

1. Albachiara

2. Sally

3. Siamo solo noi

4. Vita spericolata

5. Rewind

Vasco Rossi canzoni da suonare con il pianoforte

1. Albachiara

2. Sally

3. Siamo solo noi

4. Vita spericolata

5. Rewind

Vasco Rossi Biografia

Chi è?

Vasco Rossi

Vasco Rossi è un cantautore italiano nato a Zocca nel 1952.

Noto più semplicemente come Vasco, o con i soprannomi Blasco o Komandante, è considerato come la più grande rockstar italiana di tutti i tempi.

La sua formazione musicale ha una svolta nel 1975 quando fonda “Punto Radio”, grazie a questa esperienza cresce molto come showman, cantando per la prima volta in pubblico in alcune serate organizzate dalla radio, ed è proprio in questo periodo che incontra quelle che saranno in futuro delle figure fondamentali per lui: Gaetano Curreri, Massimo Riva e Maurizio Solieri.

Jenny-Silvia Vasco

I primi anni la fama di Vasco rimane all’interno del territorio emiliano: nel 1977 incide il primo 45 giri chiamato “Jenny / Silvia” e nel 1978 esce il suo primo album vero e proprio intitolato “…Ma cosa vuoi che sia una canzone…”.

L’anno successivo Vasco pubblica “Non siamo mica gli americani”, suo secondo album, diventato particolarmente popolare per la canzone “Albachiara”, canzone diventata successivamente uno dei maggiori successi del cantautore. Sempre nello stesso anno si svolge la sua prima esibizione in piazza.

Il suo terzo album vede luce nel 1980 ed è intitolato “Colpa d’Alfredo”, questo è inoltre l’anno in cui Vasco fonda la Steve Rogers Band con cui organizza il primo tour ufficiale e in cui la sua popolarità comincia crescere anche a  livello nazionale dopo un esibizione,in cui canta il brano “Sensazioni Forti”, a Domenica In. L’esibizione viene duramente criticata dal giornalista Nantas Salvalaggio che definisce il Rocker come ebete, drogato e cattivo, definizione che andrà a condizionare la sua immagine.

Siamo solo noi Vasco

Il vero successo arriva però l’anno successivo con l’album “Siamo solo noi” , di cui l’omonima canzone verrà considerata come un inno per i suoi fan e definita da Rolling Stone come la miglior canzone rock italiana di tutti i tempi.

Nel 1982 Vasco partecipa al Festival di Sanremo con “Vado al massimo”, canzone nata come risposta alle critiche del giornalista sopracitato , canzone che precede l’omonimo album uscito qualche mese dopo la partecipazione al Festival.

Il 1983 il Blasco cavalca di nuovo il teatro Ariston presentando “Vita spericolata”, canzone che raggiungerà un grande successo solo qualche anno dopo la sua uscita, venendo difatti considerata come un classico della musica italiana, ma che raggiunse solo il penultimo posto nella classifica del Festival Sanremese.

Bollicine Vasco

Anche in questo caso successivamente esce l’album “Bollicine”, che in quell’anno, diventa il quinto album più venduto rimanendo in classifica per 35 settimane e la canzone che dà il nome all’album arriva prima al Festivalbar dell’83.

Nel 1984 pubblica “Va bene, va bene così”, prima raccolta dal vivo.

L’anno seguente viene pubblicato l’album “Cosa succede in città” contenente canzoni divenute storiche nella carriera del cantante.

Dopo due anni di pausa, nel 1987, Vasco torna con “C’è chi dice no” riscuotendo un successo incredibile tanto da dover abbandonare, per il tour, l’idea dei palazzetti e cominciare a suonare negli stadi.

Liberi liberi VascoL’album “Liberi liberi” esce nel 1989, per la prima volta Vasco continua il suo percorso senza la Steve Rogers Band che lo aveva accompagnato fino a quel momento: nonostante questo il tour è un successo tanto da fargli pubblicare, l’anno successivo, “Fronte del palco” album dal vivo del tour.

Nel 1993 esce il singolo “Gli spari sopra” che precede l’album omonimo.

Dopo 3 anni, nel 1996, Vasco pubblica l’album “Nessun pericolo… per te” al cui interno troviamo il brano, dedicato a Maurizio Lolli, “Gli angeli”. La canzone ha un videoclip musicale che viene messo a disposizione su internet nonostante in quegli anni fosse una cosa rara. Viene inoltre pubblicata anche come singolo e la  copertina era composta da uno sfondo nero e la scritta Vasco distribuita in un triangolo, simbolo diventato iconico per i fan del Blasco.Nessun pericolo... per TE Vasco

Nel 1998 Vasco trionfa nuovamente sul palco del Festivalbar con la canzone “Io no” vincendo, inoltre, la Targa Tenco per il miglio album.

Nel 1999 esce l’album “Rewind” contenente una delle canzoni più conosciute tra i fan di Vasco anch’essa intitolata Rewind.

Il 2001 vede Vasco come vincitore per la terza volta del Festivalbar con “Ti prendo e ti porto via” oltre ad essere l’anno di uscita di “Stupido hotel”.

Nel 2004 esce “Buoni o cattivi” e nel 2005 Vasco torna nuovamente al Festival di Sanremo, questa volta però come ospite, cantando “Un senso”.

Circa dopo quattro anni, nel 2008, vede luce il ventunesimo album di Vasco “Il mondo che vorrei”.

Dopo circa dieci anni dalla prima partecipazione di Vasco al concerto del Primo Maggio a Roma, la stagione live del 2009 inizia proprio in occasione dei venti anni del concertone.

Nel 2011 esce “Vivere o niente” e come primo singolo “Eh… già”. Il disco salta subito in testa alle classifiche di vendita. Il secondo singolo è “Manifesto futurista della nuova umanità”.

Nel 2013 escono i singoli “L’uomo più semplice” e  “Cambia-menti”.

Nel 2014 esce il suo nuovo album composto di canzoni inedite, “Sono innocente”.

Nel 2017, per i suoi 40 anni di carriera, viene organizzato l’evento per eccellenza Modena Park 2017, tenutosi il 1° Luglio.

Nel 2019 esce il brano “Se ti potessi dire” che anticipa l’album “ VascoNonStop Live”.

Vasco da record

1990: Con il concerto a San Siro (Milano) Vasco diventa il terzo artista italiano a riuscire a riempire lo stadio.

1991: Raduna più di 40 000 spettatori a Cava de’ Tirreni.

1993: Con l’album Gli spari sopra vince 10 dischi di platino, record di vendite tutt’oggi imbattuto.

1998: Tiene un unico concerto, diventando headliner della prima edizione dell’Heineken Jammin’ Festival a Imola, riunendo un pubblico di 100 000 spettatori segnando un evento nell’intera storia della musica italiana.

2002: Dopo l’uscita di Tracks seguono tre concerti consecutivi allo stadio San Siro.

2004: Si realizza il “Vascstock 2004“: un concerto gratuito, svolto a Catanzaro, che raggruppa 400 000 persone.

2007: Con il singolo “Basta poco” rompe il record italiano di download legali che saranno oltre centomilla dopo due giorni dall’uscita del brano.

2008: Vasco, a fine anno, secondo i dati raccolti dalla SIAE, detiene il primato della musica dal vivo grazie al record di presenze registrato nelle diciotto date del tour.

2009: Dopo poco più di una settimana l’album “Tracks 2 – Inediti & rarità” ottiene 4 dischi di platino, diventando successivamente disco di diamante.

2011: Vasco con il suo tour “Vasco Live Kom 011” è il primo artista a realizzare quattro concerti consecutivi a San Siro.

2014: Il tour “Vasco Live Kom ‘014” raggiunge circa 400 000 spettatori, per un incasso certificato di oltre 26 milioni di dollari, entrando al secondo posto nella classifica mondiale “Hot Tours 2014” di Billboard, secondo dopo i Rolling Stones

2015: Per il “Vasco Live Kom ‘015” Vasco segna importanti record di presenze e di spettatori e in scaletta.

2016: Durante il “Vasco Live Kom ‘016″ si realizzano quattro date consecutive allo Stadio Olimpico (Roma), questa serie di concerti rappresenta un nuovo record di date consecutive nello stadio romano, dove lui stesso arrivò a quota tre nel 2014.

2017: Vasco Rossi ottiene il record mondiale di spettatori paganti per un singolo concerto, con 220.000 biglietti venduti, con il Modena Park 2017. Sempre grazie a questo evento supera anche record di spettatori tv, più di 5 milioni e nei cinema con più di 50 000 biglietti venduti per vedere il concerto nelle sale ed infine il record dei fan che si sono accampati addirittura un mese prima dell’evento per poter essere in prima fila.

Modena park vasco

 

2018: Batte di nuovo il suo stesso record facendo ben sei date consecutive allo stadio San Siro di Milano.

 

Vasco Rossi, insieme ad altri grandi artisti italiani fa parte della mia rubrica “L’artista della settimana“. Nello scorso articolo ho parlato di Tiziano Ferro.

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi