Via Alfredo Santucci, 6 - Avezzano
0863 1940160
info@accademiamusicale.eu

Mina Canzoni | Le più belle da suonare

Mina Canzoni | Le più belle da suonare

Mina studio uno

Mina Canzoni | Le 5 più belle e facili da suonare

In questo articolo troverai gli accordi in PDF di cinque bellissime canzoni di Mina da poter suonare con la chitarra o il pianoforte.

 

Mina canzoni da suonare con la chitarra

Parole Parole

Volami nel cuore

Amor mio

Grande grande grande

Se telefonando

Mina canzoni da suonare al pianoforte

Parole Parole

Volami nel cuore

Amor mio

Grande grande grande

Se telefonando

 

 

Mina biografia

Mina è considerata la più grande di tutti i tempi, con la sua voce unica ed inimitabile è stata in grado di interpretare numerosissimi brani, circa 1500, che spaziano nei più vari generi musicali.

Mina, nata nel 1940, quest’anno festeggia 80 anni, da sempre chiamata “la tigre di Cremona“, ha ricevuto attestati di riconoscimento per le sue doti da cantanti del calibro di Frank Sinatra, Louis Armstrong,  Liza Minnelli,  Luciano Pavarotti, Plácido Domingo.

Mina trasferitasi all’età di tre anni a Cremona a tredici è già una provetta nuotatrice. Ma la sua adorata nonna Amelia, cantante lirica, la fa appassionare alla musica prima con lo studio del pianoforte e successivamente al canto.

Si esibisce per la prima volta nel 1958 presso il locale “la Bussola” di Forte dei Marmi e già dagli esordi si fa notare per la sua voce straordinaria.

Sempre nel 1958 entra a far parte della Band “Happy Boys” che in quegli anni ottiene un discreto successo a Cremona e nelle città limitrofe.

Mina fu notata dal discografico Matalon che le fa incidere due dischi cone l’etichetta Italdisc riuscendo a vendere 100.000 copie.
Con la canzone “Nessuno” suscita l’interesse di molti tanto è che nel 1959 partecipa in Rai alla trasmissione “lascia o raddoppia”.

Con Nessuno sale sul palco della celebre trasmissione Canzonissima 1959 Mina si afferma sempre di più come interprete con il brano Tintarella di luna e sempre nel 1960 si esibisce al Festival di Sanremo con un altro successo “E’ vero” e l’etichetta Italdisc deve stampare per varie volte i 45 giri con la canzone.

Ma con il celeberrimo brano di Gino Paoli, Il cielo in una stanza, Mina scala le classifiche di quegli anni e comincia a cambiare “pelle”. Da urlatrice scatenata si palesa anche come interprete sensibile e raffinata.

Nel 1961 presenta a Sanremo il brano “Le mille bolle blu” ma il pubblico e la critica non accolgono bene il verso che fa con le mani sulla bocca come ad imitare le mille bolle e il brano si classifica in quinta posizione.Mina Il cielo in una stanza cover

In quell’anno decide di non partecipare più ad una gara canora.

Ben preso arrivano anche i successi all’estero: in Spagna, in Giappone e Venezuela.

Anche la televisione la corteggia e così Mina diventa ospite fisso del programma Studio Uno dove dà prova del suo talento con le sue esibizioni sempre straordinarie.

Dopo una anno di esilio (1963) dalle scene in seguito alla nascita di suo figlio Massimiliano nato dalla relazione con Corrado Pani, nel 1964 Mina torna a lavorare in televisione al fianco di Mike Bongiorno dove presenta altri grandi successi: Città vuota , È inutile.

Con il brano “E se domani”  Mina ottiene il riconoscimento per il “migliore album dell’anno” dalla critica specializzata.

Nel 1965 torna alla conduzione della trasmissione Studio Uno e si impone come la più grande voce di tutti i tempi.

Dopo due anni alla conduzione di Studio Uno pubblica un altro album di successo che contiene: sul lato A L’immensità, grande successo di Don Backy e Johnny Dorelli, sul lato B Canta ragazzina, sfortunato brano cantato da Bobby Solo e Connie Francis.

La banda, grande successo dell’estate 1967, sarà l’ultimo singolo ufficiale inciso per la Ri-Fi.

Nel 1967 Mina, insieme al padre, fonda la PDU unica etichetta discografica per la quale da allora ha inciso.

L’ultimo successo inciso per la RI-FI è stato “ La banda”.

A 10 anni dall’inizio della sua carriera Mina interpreta la struggente canzone  La voce del silenzio, composta dal maestro Elio Isola  e scritta dal suo amico Paolo Limiti. La canzone, ancora oggi, ha molto successo grazie alla interpretazione di Mina.

La sigla finale di Canzonissima 1971, Vorrei che fosse amore composta da Bruno Canfora, diventa presto una delle Hit più gettonate.

mina con mogol e battistiGrazie alla collaborazione con l’artista Pino Presti ottiene ancora due grandi successi:
Grande grande grande nel 1972 ed E poi… del 1973.

Ben presto Mina diventa l’interprete preferita da due grandissimo autori come  Mogol e Lucio Battisti, che le fanno interpretare Insieme, Io e te da soli, Amor mio.

Nel 1975 Mina incide un brano considerato a tutt’oggi tra i più rappresentativi della sua discografia: L’importante è finire.

Quando viene pubblicato viene snobbato dalla critica e censurato dalla Rai a causa del testo scritto da Cristiano Malgioglio, ritenuto troppo spinto.

Sempre dalla collaborazione con Malgioglio, la cantante canta Ancora ancora ancora, in modo assolutamente sensuale.

Il 23 agosto 1978 tiene alla Bussola il suo ultimo concerto in assoluto e sarà quello il suo addio alle scene.

Nel 1978 esce il disco Mina Live ’78  inserito dalla rivista Rolling Stone tra “i 100 dischi italiani più belli di sempre“.

Negli anni ottanta la tigre di Cremona si esibisce in una serie di duetti con cantanti di spessore.

In particolare si ricorda: Questione di feeling (1985), duetto con Riccardo Cocciante;  nonché tutto il disco Mina Celentano, realizzato nel 1998, con Adriano Celentano.

Dello stesso anno è anche il brano di grande successo Volami nel cuore.Mina in studio

Solo nel 2001 la cantante si fa rivedere in pubblico, attraverso Internet, sul portale Wind, dove vengono trasmesse le riprese di alcune sessioni di registrazione. Dalle riprese viene tratto il DVD Mina in studio, con vendite record che supererano le 50 000 copie.

Il 17 febbraio 2009 Mina torna sui teleschermi con un video (collage della sua apparizione nel 2001), come sigla di apertura e poi di chiusura del 59º Festival di Sanremo.

L’11 novembre 2016 esce Le migliori di Mina e Celentano; l’album è anticipato dal singolo Amami amami, in rotazione radiofonica a partire dal 21 ottobre 2016.

Mina Fossati cover cdIl 22 novembre 2019 è stato pubblicato Mina Fossati, nuovo album di inediti realizzato in coppia con Ivano Fossati.

Mina ha avuto al suo fianco, nel corso degli anni, un buon numero di arrangiatori e direttori d’orchestra tra i quali : Tony De Vita, Augusto Martelli, Gianni Ferrio, Pino Presti.

Con oltre 150 milioni di dischi venduti è, a pari merito con Adriano Celentano, l’artista italiano dal maggior successo commerciale, e in assoluto l’artista femminile italiana con maggiori vendite.

Mina, insieme ad altri grandi artisti italiani ed internazionali, fa parte della mia rubrica “L’artista della settimana“.

Nello scorso articolo ho parlato di Adriano Celentano.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi