Alan Silvestri | Le colonne sonore del compositore statunitense di origini italiane

Alan Silvestri è uno dei più conosciuti e talentuosi compositori di colonne sonore per il cinema statunitensi ed è anche direttore d’orchestra.

Dagli esordi con i telefilm ai grandi successi nel cinema di Hollywood.

Alan Silvestri è uno dei più conosciuti e talentuosi compositori di colonne sonore per il cinema statunitensi ed è anche direttore d’orchestra.

Alan SilvestriDi origini italiane, Silvestri nasce a New York settant’anni fa e si dimostra, sin da piccolino, un grande appassionato di musica.

Frequenta il Berklee College of music di Boston per approfondire gli studi della chitarra, pur proseguendo, come autodidatta gli studi di armonia e composizione.

Comincia a lavorare, come compositore, per lo studio ABC.

L’ABC gli commissiona la musica per la seconda stagione del celebre telefilm “Chips”.

Come direttore d’orchestra, intanto, nel 1984, scrive la musica per il film “All’inseguimento della pietra verde” di Robert Zemeckis, e, nel 1985, per la pellicola cinematografica “Ritorno al futuro”, sempre di Robert Zemeckis e prodotto dalla Twenty Century Fox, con  Michael J. Fox; segue poi la scrittura della musica per “Fandango” di K.Reynolds con Kevin Kostner, per il film “Navigator” e “Delta Force”.

Alan Silvestri riesce ad unire sapientemente i suoni elettronici con le composizioni orchestrali così come fa nei film “Predator”,  nel più celebre “Chi ha incastrato Roger Rabbit” del 1988. Per questa pellicola di successo registra con la London Symphony Orchestra unitamente alle atmosfere jazz per descrivere la sensualità di Jessica Rabbit.

Si avvicina molto allo stile compositivo del suo collega statunitense John Williams di cui spesso troviamo molte similitudini

Sul finire degli anni ottanta e all’inizio degli anni novanta Alan Silvestri è molto apprezzato dal cinema di Hollywood.

Sue sono le colonne sonore per il film “The abyss” di John Cameron del 1989 e di “Ritorno al futuro – parte III” del 1990.

E’ sempre il regista Robert Zemeckis che lo chiama a comporre la colonna sonora del film capolavoro “Forrest Gump, un successo mondiale.

Le linee melodiche della colonna sonora si ampliano nei suoni degli archi e dei legni, e le note di un pianoforte intimista accompagnano il “tema della piuma” (Sono Forrest…Forrest Gump).

Gli anni 2000: Da Cast Away ai film di animazione.

Nel 2000 Alan Silvestri, sempre al fianco di Zemeckis compone la colonna sonora per il grande successo “Cast Away”.

Con lo stesso regista scrive per il film “Polar express” del 2004.

In questo film, il compositore statunitense scrive musica facendo tanti richiami ai canti natalizi tradizionali e scrive, inoltre, sei canzoni originali.

Nel 2006 Silvestri viene chiamato dalla Disney per alcuni film di animazione: “Uno zoo in fuga” di S. Williams, e “Una notte al museo” di Shaw Levy, una divertente commedia fantastica per la quale ha scritto un tema che riecheggia l’Ottocento russo per l’atmosfera fiabesca e un “pizzicato” leggero per la verve comica della sceneggiatura.

È da notare che per quanto riguarda le caratteristiche di esposizione melodica Silvestri ricorda molto le grandi composizioni del Maestro Ennio Morricone. Anche il più giovane Danny Elfman ne ha preso spunto in alcuni suoi lavori.

La saga dei film Avengers.

Sua è la firma delle colonne sonore della celeberrima saga degli “Avengers.

Silvestri aveva già composto per il film Capitan America- il primo vendicatore uscito nelle sale cinematografiche nel 2011. Nel primo film della Saga Avengers oltre alla sua musica, Alan Silvestri ha voluto inserire anche brani di musica rock che sono stati composti appositamente da artisti bravi e famosi come i Soundgarden con il brano “Live to rise”, gli Evanescence con “A new way to bleed”e Scott Weilan con “Breath”

Nel giugno 2016, Alan Silvestri, tornò a scrivere le musiche sia di Infinity Wars che del suo seguito, Avengers: Endgame .

Nonostante Silvestri abbia ripreso il tema principale introdotto nel primo film degli Avengers ed ogni personaggio aveva il proprio tema musicale.

Per il compositore lavorare al film Infinity Wars fu un’esperienza totalmente diversa da tutto ciò che avevo fatto finora.

https://www.youtube.com/watch?v=2M6wpCqEeY4

All’interno del film è stato utilizzato anche il tema principale di Black Panther, composto da Ludwig Göransson cosa in cui Göransson stesso sperava dal momento che non era stato coinvolto nella composizione delle musiche per il film.

Alan Silvestri è molto diverso, come compositore, da Hans Zimmer, anche lui inserito nel gotha dei compositori per musica da film.

 

Il film include anche il brano The Rubberband Man dei The Spinners, presente durante la comparsa in scena dei Guardiani della Galassia e che è stato scelto appositamente dal produttore esecutivo della pellicola, James Gunn, il quale aveva diretto entrambi i film sui Guardiani. In un’altra scena in cui comparivano i Guardiani è stato utilizzato il brano New York Groove di Ace Frehley

Nel 2018, Hollywood Records e Marvel Music hanno pubblicato l’album della colonna sonora in formato digitale, per poi distribuirlo in formato fisico successivamente.

l’album è stato pubblicato anche in un’edizione deluxe che contiene delle tracce inedite e delle versioni estese di alcuni brani.

La composizione per il film Avengers: Endgame ottiene un’importante nomination ai premi musicali Grammy Awards, nella categoria “Miglior soundtrack per un media visivo”.

Lascia un commento